fbpx

Caino figlio di un alieno. Il cavaliere del serpente.

Oggi voglio raccontarti una breve storia che rivoluzionerà le tue credenze per quanto riguarda ciò con cui sei cresciuto e con alcuni concetti che hai appreso al catechismo e che per molteplici aspetti non potevano essere conosciuti ne dal catechista di turno ne  dal sacerdote che ce li ha inculcati nella mente.

Parliamo di Adamo ed Eva ma nello specifico di uno dei suoi figli, Caino.

Ma se ti dicessi che Caino non era figlio di Adamo cosa risponderesti? Ma come….

Ora mi vieni a dire che Caino non è più figlio di  Adamo.

Beh Caino era figlio di uno dei tanti extraterrestri che ci hanno creato, un Elohim o Annunaki, come preferisci.

Ce lo dice un testo datato VIII o IX secolo,  parliamo di tradizione e di scritti attribuiti ad un rabbino di nome R. Eliezer ben Hycarnus, nel suo testo “Pirque de-Rabbi Eliezer” che è un opera aggadico-midrashica (non accadico) sulla Genesi che parte dall’Esodo.

Questo extraterrestre citato prima, era il Cavaliere del serpente, lo so, lo so, che stai pensando subito ai rettili, ora però abbandona l’idea.

Cita: il Cavaliere del serpente ebbe rapporti con Eva, ed ella concepì Caino. Dopo questo Adamo venne da lei, ed ella concepì Abele come scritto e Adamo conobbe Eva, sua moglie.

Qual è il significato di “conoscere”? sapeva che aveva concepito ed Eva vide che la somiglianza non era uguale a quella degli esseri terreni ma degli esseri celesti.

Adamo seppe che Eva era in attesa di un figlio, non il suo di figlio e lei lo dice chiaramente “ho acquistato un uomo per mezzo del Signore”.

CAIN  AND  ABEL  151

Abel,^  as  it  is  said,  ”  And  Adam  knew  Eve  his  wife  ”  (Gen.

iv.  1).  What  is  the  meaning  of  ”  knew  ”  ?  (He  knew)

that  she  had  conceived. ^  And  she  saw  his  ^  likeness  that

it  was  not  of  the  earthly  beings,  but  of  the  heavenly  beings,

and  she  prophesied  ^  ||  and  said  :  ”  I  have  gotten  a  man  with

the  Lord  ”  {ihid.).^

serpent  was  made  to  crawl  on  its  belly  “for  having  increased  the  pangs  of

child-bearing,  through  the  seduction  of  Eve  ”  ;  set-  also  SLivonic  Enoch

xxxi.  6.  The  legend  was  most  probably  known  to  Paul,  who  refers  to

the  ”  serpent  ”  as  having  ”  b  ?guiled  Eve  in  his  craftiness  ”  ;  see  2  Cor.

xi.  2.  3,  and  cf.  i  Tim.  ii.  14,  15;  and  Protevangelium  of  James,  13

(A.N.C.L.  xvi.  p.  8),  and  cf.  4…”

Per riferimento, ecco la stessa scrittura in Genesi 4 della Sacra Bibbia

Genesi 4: 1-2

2  E di nuovo partorì suo fratello Abele e Abele era un guardiano di pecore, ma Caino era un coltivatore della terra.

Possiamo vedere chiaramente che Eva pensava di aver ricevuto un uomo ‘dal SIGNORE’ perché non sapeva da dove venisse Caino (avendo ancora ‘da conoscere’ o ‘avere rapporti sessuali’ con Adamo). Fu sedotta dall’impregnazione di Caino da parte del serpente. Il testo è molto chiaro che ha nuovamente messo a nudo Abele quando Adam ha ufficialmente conosciuto sua moglie.

O anche:

Eva (Chavvah / Hava) fu impregnata da Satana (il serpente / nâchâsh) con Caino (Kain) e di nuovo spoglio Abele (Habel) da Adamo.
Avere gemelli di due padri diversi è noto come superfecondazione eteropaterna. Caino e Abele erano quindi gemelli di due padri diversi.
Caino era figlio di Satana (il serpente / nâchâsh) e Abele era figlio di Adamo.

Eve (Chavvah / Hava) was impregnated by Satan (the serpent / nâchâsh) with Cain (Kain) and again bare Abel (Habel) by Adam.

Having twins from two different fathers is known as heteropaternal superfecundation. Cain and Abel were twins of two different fathers. 

Cain was the child of Satan (the serpent / nâchâsh) and Abel was the child of Adam.

Genesi 3: 2-3

2 E la donna disse al serpente: Possiamo mangiare del frutto degli alberi del giardino:

3 Ma del frutto dell’albero che è in mezzo al giardino, Dio ha detto: Non ne mangerete, né lo toccherete , per non morire.

La parola ‘ tocco ‘ è la parola ebraica H5060 נָגַע    nâga‛   naw-gah’   ed è definita nella Concordanza Strongs come segue :

tocco – Definizione biblica:

La radice primitiva; significa propriamente toccare , cioè posare la mano su (per qualsiasi scopo; eufemisticamente, giacere con una donna ); implicitamente raggiungere (in senso figurato arrivare , acquisire ); violentemente, per colpire (punire, sconfiggere, distruggere, ecc.): – battere, (X essere in grado di) portare (giù), lanciare, venire (vicino), avvicinarsi (vicino), alzarsi, accadere, unirsi, vicino , peste, raggiungere (su), punire, colpire, toccare.

Alcuni studiosi della Bibbia credono che Caino e Abele fossero gemelli. Genesi 4:1-2a afferma: “Ora Adamo conobbe Eva sua moglie, ed ella concepì e partorì Caino, dicendo: “Ho preso un uomo con l’aiuto del Signore”. E ancora, partorì suo fratello Abele». La parola “di nuovo” è il termine ebraico  yacaph può anche significare “aggiungere” o “aumentare”, dando l’impressione che Abele sia nato subito dopo Caino. 

La leggenda ebraica cosa racconta:

La nascita di Caino

Ci furono dieci generazioni da Adamo a Noè, questo a mostrare quanto sia stato tollerante il Signore,  tutte le generazioni lo provocarono fino all’ ira, finché non  mandò il diluvio. 

La malvagità venne al mondo con il primogenito di donna, Caino, il figlio maggiore di Adamo. Quando Dio concesse il Paradiso ai primi due uomini, li mise in guardia in particolare contro i rapporti carnali tra loro. Ma dopo la caduta di Eva, Satana, sotto le spoglie del serpente, le si avvicinò e il frutto della loro unione fu Caino, il capostipite di tutte le generazioni empie che si ribellarono a Dio, e insorse contro di lui. La discendenza di Caino da Satana, ossia l’angelo Samael, è stata rivelata nel suo aspetto serafico.

Alla sua nascita, l’esclamazione  strappata a Eva lo abbiamo detto prima, è stata: “Ho ottenuto un uomo per mezzo di un angelo del Signore”.

Adamo non era in compagnia di Eva durante il periodo della sua gravidanza con Caino. Dopo aver ceduto una seconda volta alle tentazioni di Satana, e aver permesso  di essere interrotta nella sua penitenza, lasciò il marito e si diresse verso occidente, perché temeva che la sua presenza potesse continuare a procurargli sofferenza. Adam  rimase a est. Quando i giorni di Eva per essere liberata furono compiuti, e lei iniziò a sentire le doglie del travaglio, pregò Dio per ricevere aiuto, ma il Signore non diede ascolto alle sue suppliche.

“Chi lo dirà ora al mio signore Adamo?” si chiese. “Voi dal corpo luminoso, vi prego, ditelo al mio padrone Adamo quando tornerete a oriente!”

In quella stessa ora, Adamo gridò: “Il lamento di Eva mi ha trafitto l’orecchio! Forse il serpente l’ha nuovamente assalita”, e si è affrettato verso sua moglie.

Trovandola in un grave dolore, pregò Dio in suo favore e apparvero dodici angeli, insieme a due potenze celesti.

Tutti questi presero il loro posto a destra di lei e a sinistra di lei, mentre Michele, anche lui in piedi sul fianco destro, le passava sopra la mano, dal viso in giù al petto, e le diceva: “Sii benedetta, Eva, per amore di Adamo. A causa delle sue sollecitazioni e delle sue preghiere sono stato mandato a darti il ​​nostro aiuto. Preparati a dare alla luce tuo figlio!”

Immediatamente nacque suo figlio, una figura radiosa. Un poco e il bambino si alzò in piedi, corse via e tornò tenendo nelle sue mani uno stelo di paglia, che diede a sua madre. Per questo fu chiamato Caino, la parola ebraica per stelo di paglia.

Ora Adamo portò Eva e il ragazzo nella sua casa a est. Dio gli mandò semi di vario genere per mano dell’angelo Michele, e gli fu insegnato come coltivare la terra  produrre frutti, e  per sostenere se stesso, la sua famiglia e la sua discendenza.  Dopo un po’, Eva partorì il suo secondo figlio, che chiamò Abele, perché, disse, era nato per morire.

È a partire dal III secolo che il Cavaliere del serpente identificato come Satana nello specifico Samael  scende sulla terra dice il testo cavalcando il serpente suo complice con lo scopo unico di denigrare Adamo considerato un essere saggio che va allontanato dall’ Eden.

Se l’articolo ti e piaciuto condividilo. GRAZIE

Cesare Valocchia

Cesare Valocchia è nato a Roma nel 1970. Perito tecnico in telecomunicazioni con alle spalle corsi specialistici in fibre ottiche e trasmissione dati, coltiva due passioni: il volontariato e l’ufologia. Istruttore di manovre di rianimazione cardio-polmonare adulto e bambino, ha raccolto le sue esperienze di volontario sui mezzi del servizio di emergenza sanitaria nazionale 118 di Roma in un ebook dal titolo: “ Non dirmi grazie ”. Il suo motto è: Aiutare chi soffre è il miglior pagamento. Dai primi anni 90 si occupa di avvistamenti e dal 2011 cura personalmente il sito di ufologia www.myuforesearch.it del quale è responsabile. Le sue ricerche sul legame apparizioni mariane e fenomeno ufo sono disponibili nel suo sito. E’ membro del Cun ( Centro Ufologico Nazionale), sulla cui rivista ufficiale è stato pubblicato, nel maggio 2017, il suo studio sugli oggetti volanti non identificati a Medjugorje.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *