fbpx

Le origini del popolo dei Vodoma in contatto con gli alieni.

Oggi voglio mettervi a conoscenza di un’altra mia ricerca che lega il contatto extraterrestre con gli esseri umani. Molti di voi già conosceranno il popolo Dogon del Mali, un Stato africano e le strabilianti conoscenze acquisite migliaia di anni fa dai discendenti di questo popolo con una razza aliena scesa dalle stelle.

Questo è il link all’articolo per chi non sapesse di cosa sto parlando, e riguardante i fatti ricostruiti da due famosi antropologi francesi che hanno vissuto per 30 anni con questa popolazione che agli albori della civiltà sapeva che Saturno possedeva​ gli anelli, che Giove avesse quattro lune e che Sirio era una stella doppia, Sirio A e Sirio B. Proprio esseri provenienti da Sirio chiamati Nommo​ portarono conoscenze ai Dogon.​

Torniamo però alla mia ricerca.​

Nello Zimbabwe esiste una comunità molto laboriosa che occupa il bacino del fiume Zambesi principale risorsa di sostentamento dopo gli altri tre fiumi importanti in Africa come Niger-Congo e Nilo. La comunità è anche tra le prime etnie note di cacciatori- raccoglitori.

Il popolo si​ chiama Vodoma o Doma ma sono soprannominati anche popolo degli struzzi, è nota anche come tribù Bantwana che significa figli/ discendenti, ma è celebre soprattutto per una particolarità, hanno 3 dita! Come 3 dita direte voi, le dita poi sono enormi.

Vodoma Myuforesearch
Vodoma Myuforesearch

Questa condizione si chiama electrodattilia, tale deformazione non permette loro di indossare le scarpe e li costringe a camminare scalzi. È utile dicono loro in compenso ad arrampicarsi sugli alberi, a dire il vero per coloro che soffrono di questa caratteristica non è possibile neanche correre.

Questa disabilita’ è presente in tutta la comunità ma in alcune famiglie di essa, questo ha fatto sì che interagissero​ solo tra di loro e la malformazione è rimasta confinata all’interno di famiglie con lo stesso problema.

Seduta fuori dalla sua casa con suo figlio Rambisai a Kanyemba nel distretto di Mbire,c’è una donna che dice: “Possiamo solo accettare la nostra situazione e ringraziare gli antenati per la nostra vita. Siamo unici e ci va bene così.”

Un altro membro della comunità Bernard Karumba afferma che comunque qualcosa è cambiato negli ultimi decenni e persone con questa disabilità sono comunque riuscite a​ sposarsi, come suo padre che sfoggiava piedi a due dita, ciò non ha impedito a sua madre di innamorarsi di lui.

L’ electrodattilia ufficialmente, dice la scienza, è una malformazione che deriva da una condizione autosomica dominante causata da una mutazione primaria sul cromosoma 7.​

Bene direi che voi, ma se ora vi raccontassi che gli anziani del popolo dei Vodoma forniscono un’altra versione di come la mutazione genetica sia giunta fino a loro?

Gli anziani tramandano che i remoti antenati vennero in contatto in un​ tempo molto lontano, con esseri simili a uccelli, provenienti dalle stelle, esattamente dai sistemi stellari di Sirio!​

Anche qui è plausibile chiedersi​ come un popolo di migliaia di anni fa possa essere venuto a conoscenza di​ Sirio. Questa razza extraterrestre simile ad uccelli si accoppio’ con le donne del villaggio mescolando il proprio DNA con esse.

Gli anziani raccontano anche che prima di giungere sul pianeta Terra questi extraterrestri avrebbe stabilito un avamposto all’interno del nostro sistema solare, su Marte, chiamato da loro Liitolafisi.

Per chi vorrà continuare a seguirmi è in programma un articolo che racconterà la testimonianza di una donna americana in tempi recentissimi dell’ avvistamento di un extraterrestre alato. Ho recuperato anche una foto di questo essere e dopo analisi l’ho trovata genuina.

A presto! Grazie a tutti !

Cesare Valocchia

ita
ita

Cesare Valocchia

Cesare Valocchia è nato a Roma nel 1970. Perito tecnico in telecomunicazioni con alle spalle corsi specialistici in fibre ottiche e trasmissione dati, coltiva due passioni: il volontariato e l’ufologia. Istruttore di manovre di rianimazione cardio-polmonare adulto e bambino, ha raccolto le sue esperienze di volontario sui mezzi del servizio di emergenza sanitaria nazionale 118 di Roma in un ebook dal titolo: “ Non dirmi grazie ”. Il suo motto è: Aiutare chi soffre è il miglior pagamento. Dai primi anni 90 si occupa di avvistamenti e dal 2011 cura personalmente il sito di ufologia www.myuforesearch.it del quale è responsabile. Le sue ricerche sul legame apparizioni mariane e fenomeno ufo sono disponibili nel suo sito. E’ membro del Cun ( Centro Ufologico Nazionale), sulla cui rivista ufficiale è stato pubblicato, nel maggio 2017, il suo studio sugli oggetti volanti non identificati a Medjugorje.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *