fbpx

Moloc uno dei tanti extraterrestri dipendenti dalle endorfine.

Ora ti faccio due domande che tra loro non ti sembreranno correlate.

Conosci l’odore della carne bruciata? Chi sono Moloc, Kemosh, Milkom, e Baal lo sai?  

Li hai mai letti nella Bibbia? 

Ora ti spiego tutto.

Moloc per chi non lo sapesse, era un Elohim, un “collega” di dio, si il dio dei cristiani, il dio della Bibbia che tutti noi abbiamo in casa. Yahweh in poche parole.

Cosa avevano tutti in comune a partire dal nostro Dio?

Volevano delle vittime sacrificali, Yawhew  nello specifico era molto ma molto esigente.

Nel capitolo 3 del Levitico, specifica: “del sacrificio di comunione offra come dono al signore il grasso che avvolge le viscere e quello che vi è sopra, i due reni con il loro grasso, il grasso che e sui lombi e il lobo del fegato che distaccherai dai reni”.

Ai figli di Aronne viene chiesto di bruciare tutto questo sull’altare posto sopra l’olocausto dove giaceva legna e fuoco. Il profumo della carne bruciata dice la Bibbia è gradito al Signore, tale profumo era molto gradito anche a tutti gli altri Elohim presenti sul pianeta terra. 

Il termine ad indicare che tale fumo fosse gradito in ebraico significa calmante e rilassante tutto ciò possiamo leggerlo in Numeri 28, si capisce che Dio dopo aver annusato un odore per lui così soave, si calma.

La scienza oggi ci dice che le molecole sprigionate sono simili a livello chimico alle endorfine che il nostro corpo produce per combattere lo stress, tale aroma sembra essere lo stesso che si sprigiona durante l’olocausto della selvaggina.

 Nel racconto sumerico del diluvio, Utnapishtim brucia degli animali per ingraziarsi le divinità, il  racconto dice che giunsero “attratte dal profumo come mosche sulla brace.”

Lo stesso tema è comune anche alle divinità greche, nei poemi omerici si trova la stessa dovizia di particolari come anche  nei racconti degli antichi romani.

Nei racconti celtici viene risaltato il fatto che tali grigliate erano proprio pretese dalle divinità a partire dai neonati, i privilegiati in ordine di sacrificio.

Leggiamo Levitico per capire le disposizioni date ad esempio da Yaweh agli israeliti riguardo i bambini.

Levitico 20

20:1  Il Signore parlò a Mosè e disse:

20:2  «Dirai agli Israeliti: “Chiunque tra gli Israeliti o tra i forestieri che dimorano in Israele darà qualcuno dei suoi figli a Moloc, dovrà essere messo a morte; il popolo della terra lo lapiderà.

20:3  Anch’io volgerò il mio volto contro quell’uomo e lo eliminerò dal suo popolo, perché ha dato qualcuno dei suoi figli a Moloc, con l’intenzione di rendere impuro il mio santuario e profanare il mio santo nome.

20:4  Se il popolo della terra chiude gli occhi quando quell’uomo dà qualcuno dei suoi figli a Moloc e non lo mette a morte,

20:5  io volgerò il mio volto contro quell’uomo e contro la sua famiglia ed eliminerò dal suo popolo lui con quanti si danno all’idolatria come lui, prostituendosi a venerare Moloc

E Kamosh? Kamosh era un altro  Elohim, però questo si occupava delle sorti dei Moabiti; un altro  degli Elohim  che combattevano tra di loro per aggiudicarsi pezzi di terra in cui installarsi con i popoli che gli erano stati assegnati. 

In Giudici 11, Jefte, il comandante delle forze israelite, sta combattendo contro Ammoniti, Moabiti… e nella controversia con il re di Ammon dice (versetto 24): “Non possiedi tu quello che Kamosh, tuo Elohim, ti ha fatto possedere? Così anche noi possediamo tutto ciò che Yahweh, Elohim nostro, ha dato in possesso a noi”.

Ne ricaviamo che Yahweh e Kamosh sono evidentemente uguali, hanno gli stessi diritti e gli stessi poteri, nessuno dei due è considerato superiore all’altro.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo. Grazie

Cesare Valocchia

Cesare Valocchia è nato a Roma nel 1970. Perito tecnico in telecomunicazioni con alle spalle corsi specialistici in fibre ottiche e trasmissione dati, coltiva due passioni: il volontariato e l’ufologia. Istruttore di manovre di rianimazione cardio-polmonare adulto e bambino, ha raccolto le sue esperienze di volontario sui mezzi del servizio di emergenza sanitaria nazionale 118 di Roma in un ebook dal titolo: “ Non dirmi grazie ”. Il suo motto è: Aiutare chi soffre è il miglior pagamento. Dai primi anni 90 si occupa di avvistamenti e dal 2011 cura personalmente il sito di ufologia www.myuforesearch.it del quale è responsabile. Le sue ricerche sul legame apparizioni mariane e fenomeno ufo sono disponibili nel suo sito. E’ membro del Cun ( Centro Ufologico Nazionale), sulla cui rivista ufficiale è stato pubblicato, nel maggio 2017, il suo studio sugli oggetti volanti non identificati a Medjugorje.

Un pensiero riguardo “Moloc uno dei tanti extraterrestri dipendenti dalle endorfine.

  • 16 Febbraio 2022 in 09:42
    Permalink

    Jahweh l’Elohim degli israeliti che erano i discendenti di Giacobbe, voleva per sè tutti i primogeniti sia umani e sia animali per farseli passare per il fuoco (grigliati) perchè il fumo che emanavano, lo calmavano. Nella storia degli Elohim, Jahweh era il meno importante perchè altri Elohim comandavano nazioni e non solo tribù, ma poi Saulo poi diventato San Paolo di Tarso ritenne che gli occidentali avessero bisogno di un Dio e preso una torah (bibbia ebraica) la modificò a suo piacere e così creò la nostra bibbia, che altro non è che un libro di guerra di questi Israeliti che faceva combattere anche contro altri ebrei non discendenti di Giacobbe ma discendenti di Esau (fratello gemello) Isacco e di Abramo. Nella bibbia vi è scritto per 500 volte: Io sono Jahweh il Dio della guerra e lordine è: Uccideteli tutti anche tutto ciò che respira. Ma ce lo hanno venduto come il Dio dell’amore. Mah.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *