fbpx

Il negazionismo di alcuni Papi su alcuni temi fondamentali del Cristianesimo

La Chiesa nel corso dei millenni ha palesato dal suo interno contraddizioni, rinnegazioni, e prese di posizione non sempre manifestate apertamente proprio per non perdere consensi.

Ha spesso proposto un immagine di sè ai fedeli che non corrispondeva alla verità, ha mostrato volti e verità alle quali non credeva neanche più lei.

Persino nelle sue cariche più alte, lo scetticismo su certe dinamiche divine ha rivelato un ipocrisia impensabile da parte di chi ne avrebbe dovuto fare un elemento fondamentale del suo stile di vita cristiano.

Hanno quindi dubitato del loro Dio e del suo unigenito Gesù Cristo.

Ecco cosa dichiaravano alcuni celebri Papi circa la figura del Cristo.

PAPA BONIFACIO VIII (1235-1303)

Il vangelo insegna più menzogne che verità: il parto di una vergine è assurdo; l’incarnazione del figlio di Dio è ridicola; il dogma della transustanziazione è una pazzia. Le quantità di denaro che la FAVOLA DI CRISTO ha apportato ai preti è incalcolabile. (Queste parole pronunciate da papa Bonifacio VIII sono state anche riportate dallo studioso e storico Jean Villani nella sua opera “Cronaca” scritta durante il Giubileo a Roma nel 1300).

PAPA LEONE X (1513-1521)

Dichiarò al Cardinal Bembo: “Tutti sappiamo bene quanto la favola di Cristo abbia recato profitto a noi e ai nostri più stretti seguaci”. Archivi Vaticani, Corr. Leone X, Vol. 3° Scaffale 41

PAPA PAOLO III (1534-1549)

Dichiarazione a Mendoza, ambasciatore di Spagna al Vaticano: “Cristo non è altri che il sole adorato dalla setta mitraica e Giove Ammone rappresentato nel paganesimo sotto forma di montone e agnello. La sua incarnazione e resurrezione sono riprese da Mitra, così come l’adorazione dei re Magi. Mitra e Gesù sono la stessa persona, non esiste nessun documento storico valido per sostenere l’esistenza di Cristo e la mia convinzione è che non è mai esistito.

Cesare Valocchia

Cesare Valocchia è nato a Roma nel 1970. Perito tecnico in telecomunicazioni con alle spalle corsi specialistici in fibre ottiche e trasmissione dati, coltiva due passioni: il volontariato e l’ufologia. Istruttore di manovre di rianimazione cardio-polmonare adulto e bambino, ha raccolto le sue esperienze di volontario sui mezzi del servizio di emergenza sanitaria nazionale 118 di Roma in un ebook dal titolo: “ Non dirmi grazie ”. Il suo motto è: Aiutare chi soffre è il miglior pagamento. Dai primi anni 90 si occupa di avvistamenti e dal 2011 cura personalmente il sito di ufologia www.myuforesearch.it del quale è responsabile. Le sue ricerche sul legame apparizioni mariane e fenomeno ufo sono disponibili nel suo sito. E’ membro del Cun ( Centro Ufologico Nazionale), sulla cui rivista ufficiale è stato pubblicato, nel maggio 2017, il suo studio sugli oggetti volanti non identificati a Medjugorje.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *