fbpx

Gli ariani, Hitler e gli extraterrestri.

Oggi parliamo delle legame che intercorse tra occultismo, Hitler, gli Ariani. Da sempre alla ricerca di misteriose conoscenze, prove e cimeli provenienti esseri superiori provenienti dallo spazio Hitler trascorse la sua esistenza nel carpire segreti delle sue origini che a suo dire lo facevano erede del misterioso popolo Ariano.

A tal proposito investì una immane quantità di denaro, ( si dice superiore a quello degli USA per costruire l’atomica ) in ricerca e missioni in ogni angolo del mondo, assumendo medium, scienziati e medici di ogni ordine e grado, facendo centinaia di esperimenti e sacrificando migliaia di ebrei presi dai campi di sterminio pur di convalidare informazioni frutto di saperi antichi che proclamavano misteriose facoltà mentali retaggio della civiltà Ariana ed iperborea.

L’ Ahenerbe di Hitler fu una società fondata all’inizio con lo scopo di esplorare l’ ‘antico patrimonio ancestrale, (tradotta la parola significa cimeli ancestrali) alla ricerca di reliquie, artefatti e le segrete origini di un sapere dimenticato dall’umanità.

Col tempo l’organizzazione raccolse moltissimo materiale che venne classificato e catalogato minuziosamente. Molti dei ritrovamenti pare provenissero dai monasteri tibetani, da lì il Fuhrer risali al misterioso popolo ariano edi iperboreo. L’ Ahenerbe in questa caccia spasmodica al sapere ancestrale non si sottrasse dal saccheggiare biblioteche e musei durante la guerra, ma tutto questo materiale raccolto che fine fece?

Nel 1945 l’esercito Russo conquistò il castello di Altan dove era conservato parte di questo archivio. 

Si racconta che 25 vagoni ferroviari furono trafugati dai militari russi, ma dove siano finiti è rimasto un mistero, inoltre si dice che in questi archivi ci fossero molti documenti e fotografie che raccontassero di extraterrestri, iperborei,  ariani, dischi volanti e mappe.

Ma chi era questo misterioso popolo ariano? Il geografo ed esploratore greco Pitea parla di una misteriosa isola di Thule da cui prese il nome di fatto la società di Thule altra organizzazione hitleriana. Gli studiosi la identificarono come l’Islanda o la Groenlandia e si dice fosse a 6 giorni di navigazione dalla Scozia.

Questa isola sarebbe stata abitata dal misterioso popolo iperboreo dal quale sarebbe derivato quello Ariano, la matrice di provenienza quella extraterrestre con esseri umanoidi alti biondi e dagli occhi azzurri.

Maria Orsitsch una delle medium al soldo di Hitler membro proprio della società eterica Thule che tra l’altro lavorò in uno stretto connubio con la Golden Dawn altra società mistero-esoterica di Aleister Crowley, influenzò profondamente gli studi del Fuher.

La medium sostenne sempre di essere in contatto telepatico con gli ariani/iperborei  provenienti dal sistema di Aldebaran che sarebbero giunti sulla terra all’età della pietra a causa della fine del loro mondo. Costretti a lasciare Aldebaran 500.000 anni fa si stabilirono prima su Marte, poi da noi nelle regioni artiche circa 40000 anni fa e poi su Thule.

Lo studioso tedesco Hermann Felix Wirth uno degli scienziati della società Ahenerbe fece accurati studi geologici,climatici e botanici riscontrando che a quelle latitudini e longitudini era presente all’epoca un clima temperato intorno ai 10 gradi centigradi tale da permettere la vita. 

L’arrivo della glaciazione dal 28.000 A.C avrebbe costretto il popolo delle stelle a migrare verso sud e a dividersi in una sorta di diaspora che li vide fondare Atlantide e poi migrare in India contribuendo dato il livello psichico, filosofico e spirituale a gettare le basi di Induismo e Buddismo, poi in Mesopotamia dando vita alla alla nascita dell’impero accadico governato da Sargon I.

Uno dei gruppi degli iperborei si rifugiò sotto la catena dell’Himalaya, lì fondò Il regno di Agartha con capitale Shamballah, un impero sotterraneo con centinaia di gallerie mi sovviene in mente a tal proposito il mondo di Akakor degli antichi maestri Schwerta , anch’essi crearono infatti un regno sotterraneo sotto le foreste dell’Amazzonia in Brasile.

Ben presto iniziò una guerra all’interno degli iperborei che generò ulteriori migrazioni.

Hitler cercò ovunque l’ingresso a questi mondi sotterranei inviando spedizioni nel Mato grosso, nello Yucatan in Messico, in Tibet, in Egitto, in Cecoslovacchia, sulle Ande ed in  moltissimi altri luoghi.

Durante l’esistenza del Terzo Reich ad esempio  due spedizione furono inviate proprio sulla catena delll’Himalaya. L’aspettativa di Hitler era creare un nuovo mondo ed una nuova Agartha, con a capo la razza madre Ariana e la Germania come patria.

L’ intricata serie di centinaia di gallerie che si sarebbe dipanata sotto la superficie terrestre,  avrebbe alimentato la teoria della terra cava, teoria sostenuta anche da molti Lama Tibetani e dallo stesso loro massimo interprete il Dalai Lama.

Gli Ariani ed i loro discendenti vivrebbero in un microcosmo migliaia di chilometri sotto la crosta terrestre, a permettere la vita sarebbe un sole centrale lo “Schwarze Sonne” o ” sole nero”, spesso ripreso nell’esoterismo germanico.

La teoria di una terra cava abitata da esseri avanzati spiritualmente e psichicamente è stata condivisa e supportata da molti esploratori, ne cito alcuni, l’ammiraglio Byrd, Amundsen, e Cook.

Hanno raccontato tutti esperienze trascorse con questi esseri speciali. 

Incrociamo quindi  le dita con l’augurio che un eventuale incontro predisponga l’umanità ad un salto evolutivo e spirituale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *