fbpx

Yahweh non era l’unico elohim sceso dal cielo.

La Bibbia usa il termine Elohim per identificare una pluralità di individui identificati come gli splendenti, non quindi un’unica entità come sempre creduto per più di  2000 dai cristiani. Si fa notare che che quando c’è scritto Dio, in ebraico nella stragrande maggioranza dei casi c’è il termine “Elohim” (desinenza plurale); qualche volta c’è “El” (singolare).       

 Inoltre spesso il termine Elohim è seguito dal verbo al plurale in ebraico (come in Gen 20,13 o 35,7) mentre in italiano è “stranamente” tradotto al singolare.                                                      

 Elohim inoltre è riferito dalla Bibbia a numerosi individui alcuni dei quali sono addirittura identificati con il nome proprio: Yahweh, Kemosh, Milkom…e Baal

Dove li troviamo?  Nell’Antico Testamento ci accorgiamo infatti che in “Re” vengono proprio citati.

1 Re 11:33

La rivolta di Geroboamo

26 Anche Geroboamo, figlio dell’efraimita Nebàt, di Zereda – sua madre, una vedova, si chiamava Zerua -, mentre era al servizio di Salomone, insorse contro il re. 27 La causa della sua ribellione al re fu la seguente: Salomone costruiva il Millo e chiudeva la breccia apertasi nella città di Davide suo padre; 28 Geroboamo era un uomo di riguardo; Salomone, visto come il giovane lavorava, lo nominò sorvegliante di tutti gli operai della casa di Giuseppe. 29 In quel tempo Geroboamo, uscito da Gerusalemme, incontrò per strada il profeta Achia di Silo, che indossava un mantello nuovo; erano loro due soli, in campagna. 30 Achia afferrò il mantello nuovo che indossava e lo lacerò in dodici pezzi. 31 Quindi disse a Geroboamo: «Prendine dieci pezzi, poiché dice il Signore, Dio di Israele: Ecco lacererò il regno dalla mano di Salomone e ne darò a te dieci tribù. 32 A lui rimarrà una tribù a causa di Davide mio servo e a causa di Gerusalemme, città da me scelta fra tutte le tribù di Israele. 33 Ciò avverrà perché egli mi ha abbandonato, si è prostrato davanti ad Astàrte dea di quelli di Sidòne, a Camos dio dei Moabiti, e a Milcom dio degli Ammoniti, e non ha seguito le mie vie compiendo ciò che è retto ai miei occhi, osservando i miei comandi e i miei decreti, come aveva fatto Davide suo padre. 34 Non gli toglierò il regno di mano, perché l’ho stabilito capo per tutti i giorni della sua vita a causa di Davide, mio servo da me scelto, il quale ha osservato i miei comandi e i miei decreti. 35 Toglierò il regno dalla mano di suo figlio e ne consegnerò a te dieci tribù. 36 A suo figlio lascerò una tribù perché a causa di Davide mio servo ci sia sempre una lampada dinanzi a me in Gerusalemme, città che mi sono scelta per porvi il mio nome. 37 Io prenderò te e tu regnerai su quanto vorrai; sarai re di Israele. 38 Se ascolterai quanto ti comanderò, se seguirai le mie vie e farai quanto è giusto ai miei occhi osservando i miei decreti e i miei comandi, come ha fatto Davide mio servo, io sarò con te e ti edificherò una casa stabile come l’ho edificata per Davide. Ti consegnerò Israele; 39 umilierò la discendenza di Davide per questo motivo, ma non per sempre».

Gli elohim erano quindi parecchi, ognuno seguiva un  proprio popolo, con poteri mai visti per quei tempi tennero sotto scacco territori per centinaia di anni. A noi sono giunte alcune  informazioni tramite la Bibbia di Yahweh  il dio dei cristiani,  non abbiamo ne una descrizione fisica, ne la sua provenienza, chissà se mai sapremo di più su di lui e chi erano gli altri elohim  sicuramente altrettanto potenti .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *