fbpx

Chi era veramente l’arcangelo Gabriele?

L’ arcangelo era un angelo o un extraterrestre?

Era un Elohim, uno degli inviati del Dio ( Yahweh )che la Chiesa Cattolica prega da 2000 anni .

Nella Bibbia e precisamente nell’ AT la figura dell’angelo svolge la funzione di messaggero,un portatore di notizie e come abbiamo visto nel precedente articolo: (Link) è un essere vivente dotato di una fisicità che lo contraddistingue, lontana però dai canoni eterei che ci sono stati inculcati durante il catechismo.

Vediamo nel dettaglio questo passo del Vangelo di Luca 1 vers. 26, 27 e 28: “Nel sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore é con te”.


Gabriele visita Maria e lei rimane incinta; Gabriele in tutto l’Antico Testamento é un “Gavri – El”, cioé uno che esercita un potere o una funzione per conto di un El. Il “Gavri – El” era un ruolo ben preciso nella gerarchia militare degli Elohim. Nell’ Antico Testamento era definito un “Ish” che in ebraico significa “individuo maschio”, infatti basta leggere il testo per vedere che era un essere in carne ed ossa.

Jean Daniélou, teologo, cardinale francese ed accademico, in una sua attenta analisi, afferma che lo spirito santo altro non é che la trasposizione cristiana del Gabriele anticotestamentario. Questo vorrebbe dire che a mettere incinta Maria sarebbe stato un “Ish”, cioé un individuo maschio. 
In effetti quando Gabriele e Maria si incontrano, in greco c’é scritto che lui le dice: “Chaîre kecharitōménē” (traslitterato): “Chaîre” é il saluto; “kecharitōménē” é il perfetto medio passivo del verbo “Charitòo” (traslitterato), che significa “essere belli” fisicamente.Non significa quindi “piena di grazia” nel senso di “grazia divina”;  non c’é nulla di spirituale o trascendentale, si parla di bellezza solamente e puramente fisica. 

Quindi la traduzione più corretta di quello che le ha detto può essere un comune “Salve bella”. 

Tutte le volte che nella Bibbia Gabriele visitava una donna, quella rimaneva incinta, si capisce che c’è lo zampino dell’arcangelo Gabriele anche quando annuncia a Zaccaria che sua moglie Elisabetta resterà incinta quando si sapeva che era sterile ed in tarda età.

Difficile dire se facesse degli impianti o avesse dei rapporti sessuali normali. Potrebbe essere stato uno scienziato ed aver fatto delle inseminazioni artificiali, perché da lì verrebbe il “SONO RIMASTA INCINTA SENZA CONOSCERE UOMO” di Maria, quindi senza rapporto sessuale.

 Esercitava il potere di un El, fecondando  donne selezionate, e forse usando il seme di un Elohim.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *