fbpx

Avvistamenti di veicoli sconosciuti dal 1500 ad oggi

Un pò di storia…

Ci visitano da sempre, ancora lo fanno e sempre lo faranno… fino al giorno del fatidico incontro. Ecco qui un po’ di cronologia di avvistamenti dal 1500 al dopo guerra.

Intorno alla fine del 1500 vengono visti degli oggetti luminosi sopra un monastero italiano. Pochi anni dopo, viene visto un lungo oggetto a forma di tubo in una piccola località della Scozia, quest’ultimo rimase sospeso un po’di tempo e poi scomparve. Nel 1619 nei pressi di un lago della città di Fluen in Svizzera viene avvistato un oggetto affusolato e fiammeggiante.

Procedendo con gli anni arriviamo ad uno dei primi avvistamenti riportati essere avvenuti in mare. E’ il 1644 il capitano di una nave mercantile battente bandiera spagnola scrive nel diario di bordo di oggetti luminosi che attraversano fiammeggianti il cielo, poi sembrano precipitare e di nuovo riprendono quota in formazione per sparire a grande velocità . Giungiamo al 1731 è il 9 dicembre sopra il cielo di Firenze vengono avvistati numerosi globi di luce sfrecciare.

Nel 1755 Lisbona è testimone di una serie di evoluzioni di alcuni oggetti in cielo per tutto il giorno e la notte del 15 ottobre. E’stato sempre facile da parte dei moderni scettici classificare questi oggetti luminosi,fiammeggianti e roteanti come semplici fenomeni atmosferici,stelle cadenti, meteore o addirittura pianeti, consideriamo tutte le possibilità di confutazione,ma che ne sapevano gli antichi di astronomia? quanti tra gli antichi erano dotati di spirito critico? ma torniamo alle nostre testimonianze .

Nel 1816 ancora sopra Lisbona altri avvistamenti ,nello stesso anno in Scozia sopra Edimburgo enormi mezze lune sfrecciano nel cielo. Due anni dopo nel 1818 un astronomo di Ipswich riporta di un oggetto rimasto immobile vicino al Sole per circa 3 ore e mezza. Nel 1820 nel Sud-Est della Francia sopra Emburn squadriglie di oggetti compiono evoluzioni in tre distinte occasioni: il 12 febbraio, il 27 aprile , ed il 7 settembre facendo brusche svolte a 90 gradi.

Nel 1826 un oggetto a forma di siluro grigio viene notato a Saarbrucken in Francia,questo punta verso terra a grande velocità ma non si ode alcuno schianto.Siamo in America ora ,in Ohio è il 1833, sospeso in cielo c’è un oggetto brillante a forma di gancio.

Nel novembre 1833 decine di persone notano un grosso oggetto luminoso immobile in aria sopra le cascate del Niagara nello Stato di New York. E’ il 1 agosto del 1871 sopra il cielo di Marsiglia in Francia in gigantesco disco rosso alle 22.43 rimane immobile in cielo per nove minuti poi si sposta a Nord e di nuovo ad Est. sono le 23 passate quando scompare del tutto. E’ il 6 luglio 1874 quando uno strano oggetto compare nel cielo di Oxaca in Messico le sue dimensioni stimate furono circa 120 metri era a forma di tromba e dopo essere rimasto fermo per circa 6 minuti volò via.

Nell’ottobre del 1877 otto oggetti luminosi che volano in perfetta formazione appaiono sopra la costa del Galles. Essi compaiono una notte dietro l’altra seguendo i contorni del paese come se dovessero tracciare un carta della costa.

Agli inizi del 1880 viene visto al di sopra della Francia un lungo apparecchio a forma di sigaro dal quale poi si staccherà un piccolo disco. Due anni più tardi il famoso osservatorio di Greenwich vede uno strano siluro che si sposta da 40 a 200 miglia di altezza , lo stesso fenomeno viene ravvisato da altri osservatori in Belgio ed Olanda. Abbiamo ancora un pò piu’ di sessantanni davanti a noi prima di arrivare all’avvistamento di Kenneth Arnold nel 1947. Ma possiamo essere più che generosi , possiamo scartare meta’ degli avvistamenti precedenti considerandoli una combinazione del peggior tipo di allucinazioni e di fenomeni astrologici.

Tuttavia rimane pur sempre un convincente numero di avvistamenti. Ma questo è solo…il principio!

Cesare Valocchia

Cesare Valocchia è nato a Roma nel 1970. Perito tecnico in telecomunicazioni con alle spalle corsi specialistici in fibre ottiche e trasmissione dati, coltiva due passioni: il volontariato e l’ufologia. Istruttore di manovre di rianimazione cardio-polmonare adulto e bambino, ha raccolto le sue esperienze di volontario sui mezzi del servizio di emergenza sanitaria nazionale 118 di Roma in un ebook dal titolo: “ Non dirmi grazie ”. Il suo motto è: Aiutare chi soffre è il miglior pagamento. Dai primi anni 90 si occupa di avvistamenti e dal 2011 cura personalmente il sito di ufologia www.myuforesearch.it del quale è responsabile. Le sue ricerche sul legame apparizioni mariane e fenomeno ufo sono disponibili nel suo sito. E’ membro del Cun ( Centro Ufologico Nazionale), sulla cui rivista ufficiale è stato pubblicato, nel maggio 2017, il suo studio sugli oggetti volanti non identificati a Medjugorje.

2 pensieri riguardo “Avvistamenti di veicoli sconosciuti dal 1500 ad oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *